Ti à piaciato?

Ti à piaciato?

Ti à piaciato?

Orario Spettacoli

21 Feb 2020 Ore: 21:00

Sala Brecht

Di Ettore Petrolini
diretto e interpretato da Gaetano Lembo.

Il 21 febbraio 2020 alle ore 21,00 approda al Teatro Portaportese il divertentissimo one man show “Ti à piaciato” di Ettore Petrolini, diretto e interpretato da Gaetano Lembo.
Un omaggio alla figura del grande Ettore Petrolini, attore, cantante, uomo di spettacolo a tutto tondo che attraverso i suoi Sketch, le parodie e le canzoni ha incantato le platee italiane ed internazionali dei primi decenni del ‘900 (fino al 1936, anno della sua prematura scomparsa).
Con una comicità personalissima tendente al surreale e all’assurdo Petrolini rivoluziona il concetto di attore comico di intrattenimento tipico del varietà e della rivista: prende spunto dalla realtà del costume e delle convenzioni sociali creando personaggi apparentemente ‘idioti’ ma che in realtà fanno il verso all’idiozia che pervade la società dell’epoca. L’uso che fa della parola, infatti, non è quello dei suoi contemporanei che amavano dilettarsi in filastrocche e scioglilingua: egli si diverte a distruggere e a ricreare non solo l’aspetto verbale ma anche quello concettuale del significato. Non è un caso che fosse tanto amato dai Futuristi!
Per molti anni dimenticato Petrolini ritrovò nuova e giusta fama negli anni ’70 e ’80 grazie ad interpreti come Mario Scaccia, Nino Manfredi, Enrico Montesano e soprattutto Gigi Proietti ed è oggi riconosciuto come uno dei padri, insieme a Totò, della comicità moderna nazionale.
Gaetano Lembo con Ti à piaciato? ci offre l’occasione di ammirare in scena alcuni tra i brani più celebri del suo antico concittadino: Gastone, Giggi er bullo, I salamini in cui musica e parole si alternano per mettere in ridicolo i luoghi comuni e i pregiudizi piccolo borghesi, Ma l’amor mio non muore definita tra l’altro da Marinetti e Corra “Un vero capolavoro!” su L’Italia futurista nel 1917, La canzone delle cose morte oltre a tanti altri brevi e pungenti brani (Colmi, Barzellette, articoli di giornali). In realtà nella creazione dello spettacolo Lembo non solo interpreta i brani ma veste completamente gli abiti del personaggio Petrolini pensandolo nel suo camerino prima di un ipotetico spettacolo mentre ripassa il copione, scrive testi e chiede consigli all’amico Arturo (altra celebre sua creazione) sulla bontà o meno di questo o quel ‘pezzo’ e mostrando ai suoi amici immaginari (il pubblico) ciò che di lì a breve andrà a rappresentare.
Uno spettacolo di prosa dunque che vede come protagonista un comico del Varietà ma che nella messa in scena e nel rapporto che crea con gli spettatori si trasforma nella forma a noi contemporanea dell’ironico artista monologante del Cabaret.



NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!